I modelli più diffusi di lavasciuga

La lavasciuga è uno degli elettrodomestici più apprezzati da chi ha poco spazio in casa. Questo apparecchio consente di associare in un’unica macchina le funzioni della lavatrice e dell’asciugatrice. Con il passare del tempo i modelli sono andati sempre migliorando, assicurando così agli utenti prestazioni sempre più elevate.

In commercio esistono vari modelli di lavasciuga che differiscono tra loro per costo, funzioni, programmi. Sono due le categorie principali e differiscono tra loro per il tipo di asciugatura. Ci sono modelli che sfruttano una tecnologia di asciugatura a condensazione, altri ad espulsione.

A condensazione

La lavasciuga a condensazione prevede la presenza di un condensatore che altro non è che un serbatoio che serve ad accumulare il vapore acqueo che deriva dal processo di asciugatura del bucato. L’acqua in eccesso andrà a confluire all’interno di una vaschetta che dovrà essere svuotata con una cadenza periodica per evitare problemi. Il vantaggio di questo tipo di lavasciuga sta nella facilità con cui viene installata. Non ci sono, infatti, difficoltà in tale fase ma bisogna procedere come se si trattasse di una lavatrice o di un’asciugatrice. Il punto debole? Sicuramente bisognerà controllare il livello dell’acqua nella vaschetta e procedere a svuotarla per scongiurare allagamenti.

I modelli di lavasciuga più moderni ed avanzati tecnologicamente non avranno questo tipo di problema: ci sarà un segnale luminoso a indicare quando la vaschetta sarà piena. In alcuni casi l’acqua prodotta in eccesso viene eliminata direttamente mediante un tubo.

 Ad espulsione

Il discorso cambia se ci approcciamo alla lavasciuga ad espulsione. Questi modelli vengono detti anche ad evaporazione perché sfruttano un altro tipo di tecnologia di asciugatura. In questi elettrodomestici non è presente un condensatore: il vapore acqueo, che deriva dall’asciugatura degli indumenti, viene eliminato mediante un tubo.

Questi elettrodomestici non sono dotati di vaschette che vanno svuotate con regolarità così come avviene nel caso delle lavasciuga a condensazione. Possono essere installate in casa in zone arieggiate e dove non sia presente umidità. Sempre meglio preferire un balcone, un garage o un ripostiglio.

Il confronto

La differenza tra questi due modelli sta proprio nel processo di asciugatura. Le funzioni sono le stesse; a cambiare è solo la tecnologia. Da un lato ci sono modelli a condensazione, dall’altro modelli ad espulsione.

Nelle lavasciuga a condensazione è presente un condensatore che consente di eliminare il vapore in eccesso, tramutandolo in acqua e versandolo in una vaschetta. Nelle lavasciuga ad evaporazione il vapore in eccesso viene fatto confluire in un piccolo tubo. Se siete interessati, potete trovare tutte le migliori offerte su lavasciugamigliore.it.