Grattugie elettriche, tipologie e vantaggi

Le grattugie elettriche, ormai entrate a pieno titolo nelle cucine italiane (e non solo), si trovano in commercio in molte varianti, ma la suddivisione principale le vede distinte in modelli a filo o a batteria. Le prime sono apparecchi alimentati a corrente funzionanti soltanto se collegati a una presa elettrica, mentre le seconde si alimentano a batteria. La differenza principale, oltre a una diversità di consumi (le prime a corrente, le seconde a pile) sta nel fatto che le grattugie elettriche non consentono molta autonomia negli spostamenti in quanto bisogna restare in prossimità della spina a meno che non si provveda ad allungare il cavo con una prolunga, peraltro sconsigliata.

Invece, le grattugie elettriche a batteria, come qualsiasi altro piccolo elettrodomestico come, ad esempio, i frullatori a immersione o gli sbattitori elettrici, hanno il vantaggio di poter essere spostate anche in un’altra stanza senza doversi preoccupare di allungare il filo, ma a questo vantaggio abbinano lo svantaggio di essere meno potenti e a rischio ‘black out’ quando si scaricano. Ogni tipologia, come si può vedere, ha i suoi pro e contro, è una questione di preferenze soggettive, dettate anche da contingenze, bisogni e gusti personali. Da tenere, comunque, in debito conto che se è vero che le grattugie a filo sono più affidabili dal punto di vista del funzionamento ‘no stop’ per quanto più scomode per via del cavo vincolante, è altrettanto vero che le cordless, molto pratiche per gli spostamenti anche fuori casa, sono pressoché inutilizzabili da scariche.

Alla luce di queste considerazioni, si può iniziare a valutare quali grattugie elettriche poter scegliere, magari partendo dal prezzo. Se non si è ancora stabilito un budget, la bella notizia è che una grattugia elettrica, più o meno professionale, parte da una spesa contenuta, per poi salire se si cerca un modello commerciale per utilizzi imprenditoriali. Un’occhiata al mercato sarà in grado di dissipare ogni dubbio, se non basta c’è il web a soddisfare ogni curiosità, partendo dai modelli basici a grattugie più professionali e multiuso, in grado non soltanto di ‘innevare’ di parmigiano piatti di pasta fumante, ma di svolgere anche altre funzioni che prevedono la lavorazione di alimenti alternativi da trattare con la grattugia.